INDICE OPERE

ricevute attraverso la Parola interiore

da Anita Wolf

 

 

Le Opere più importanti in base ad una collocazione

cronologica/temporale nella storia dell’umanità

 

1.                   Eternità-Ur in spazio e Tempo”: (Creazione-Ur spirituale)      l’Opera principale

2.                   Il patriarca                               (Abramo)                             circa 2000 A.C.

3.                   Quando morì Mosè                  (Mosè)                                circa 1500 A.C.

4.                   Phala el phala                          (Giosué)                              circa 1480 A.C.

5.                   La funzione del giudice           (Debora)                              circa 1450 A.C.

6.                   Ruth, la moabita                                                                tempo dei Giudici

7.                   L’uno                                       (Samuele)                           circa 1080 A.C.

8.                   Il tisbita                                   (Elia)                                   876 – 854 A.C.

9.                   E fu Luce                                 (Isaia)                                 circa 740 A.C.

10.               Un profeta                                (Zaccaria)                            circa 743 A.C.

11.               Babilonia, tu grande                (Daniele)                             597 – 530 A.C.

12.               Un angelo sulla Terra              (Tobia)                                circa 520 A.C.

13.               Sancto Sanctorum                   (Giobbe)                              circa 500 – 400 A.C.

14.               Da lontano, dalla Terra            (Simeone)                           prima del tempo di Cristo

15.               Il traditore e gli zeloti               (Giuda)                                tempo di Cristo

16.               Le quattro Pietre miliari                                                     tempo di Cristo   (Nascita – Getsemani – Golgota - Giudizio)

17.               Se non diventate come piccoli fanciulli                             tempo di Cristo

18.               La Chiamata dall’Universo                                                 tempo di Cristo e dopo

19.               Il prigioniero   (Giovanni, il veggente, su Patmos)                90 D.C.

20.               Il Libro di Grazia  decifrazione dell’Apocalisse di Giovanni

21.               Gli sconosciuti                        (l’inquisizione)                      tempo del Medioevo

22.               Karmatha                                 (Jakob Lorber)                     19° Secolo

23.               L’eterna Luce                                                                     20° Secolo

24.                Le sette caratteristiche di Dio  (Ordine – Volontà – Sapienza – Serietà – Pazienza – Amore - Misericordia)

25.               Dieci piccoli mattoni                (10 opere più un appendice)

26.               Il Cielo annuncia                     (citazioni bibliche spiegate)

 

Altre opere ricevute da Anita Wolf oltre le opere principali:

1.                   Poesie

2.                   Raccolta di conferenze                     (Anita Wolf)

3.                   Un anno con la Parola di Dio           (Anita Wolf)

4.                   I giorni mosaici della Creazione       (conferenze)

5.                   Dalla Sorgente regale                       (Immagini e dipinti di A.W)

 

----------  ----------  ----------

 

Indice esteso

in ordine cronologico della Comunicazione ricevuta

oltre ad un loro breve contenuto

 

- 1949/50, messa in stampa la 1a edizione 1959/60

ETERNITA' UR IN SPAZIO E TEMPO   -   (cap.1)

La Creazione spirituale primordiale, struttura e piano, rappresentata nella simbologia dei sette giorni mosaici della Creazione - la caduta di Sadhana, la formazione della materia, la Salvezza, vale a dire l’Opera d’Amore di Gesù Cristo, il rimpatrio nella patria spirituale degli spiriti caduti, oltre alla chiamata a del primo figlio generato della Creazione. In quest’Opera viene usata per Dio, l’eterno Padre, una parola finora sconosciuta, ovvero, la Parola primordiale dimenticata, il primordiale fondamentale originario Nome di tutta l’esistenza: ‘UR’.

 

- Inizio 1949/50, messa in stampa 1955

LE QUATTRO PIETRE MILIARI dalla Vita di Gesù          -   (pubblicazione completa)

1. Nascita          al Focolare di Dio il concepimento spirituale volontario di Maria quale ‘Pura’

2. Getsemani     l’ultimo percorso terreno di Gesù in 4 tappe spirituali di donazione del proprio Sé

3. Golgota         il mistero dell’immolazione della Divinità per la salvezza del ‘caduto’

4. Giudizio        come Atto di Misericordia di Dio, esposto da due arcangeli

 

- Inizio 1952/53, messa in stampa 1956

IL PATRIARCA   -   (Abramo) 

L’arcangelo Muriel, il portatore della Serietà divina, fu sulla terra quale Abramo. La storia della sua vita, oltre alla meravigliosa rivelazione del “Sacrificio d’Isacco”, fa di questo libro una perla.

 

- Inizio 1951, messa in stampa 1955

KARMATA   -   (Jakob Lorber)  

“Il buon servitore di Dio, incarnato come Jakob Lorber”. La sua preparazione celeste per la sua missione terrena nelle case dei sette principi angelici.

 

- Inizio probabilmente nel 1950, messa in stampa nel 1963

IL LIBRO DI GRAZIA   -  (‘Rivelazione’ ovvero ‘Apocalisse)

La decifrazione parola per parola dell’Apocalisse di Giovanni: “Ciò che qui può essere detto, ed è preso da una briciola evanescente della Parola, non deve necessariamente essere l’ultima indicazione che è: «Vedi, Io vengo come un Ladro nella notte». Per qualcuno, significa una ‘via’ per attendere con pazienza e nostalgia Colui che fu testimoniato, fino all’ascolto dell’ultima ‘Parola’: «Sì, Io vengo presto!»

 

- Inizio gennaio 1954, messa in stampa nel 1962

QUANDO MORI' MOSÈ   - (Mosè)

Gli ultimi giorni terreni dell’arcangelo primario Uraniel, il portatore dell’Ordine, nella sua incarnazione come Mosè. «“Sì, Mosè, tu eri furioso perché il popolo si era allontanato da Me e da te. Se la tua ira, tu uomo, ha spezzato perfino le Tavole della Vita, che non erano opera tua – ed Io non trattenni il tuo braccio – allora dimMi: chi poté fermare la Mia ira quando dovetti vedere cosa accadde in quel giorno?”. – Mosè manda un respiro profondo: “…non è morto l’uomo, quando gli mancano i polmoni, … le Tavole della Vita?”».

 

- Inizio aprile 1954, messo in stampo nel 1961

IL TISBITA   -   (Elia)

Elia di Gilead, chiamato il tisbita, quale incarnazione dall’arcangelo Michael, fu un grande profeta del Vecchio Testamento nella sua missione in Samaria per profetare al re Acab e alla regina Isebel un tempo senza pioggia per 45 mesi, se non avessero abbandonato il culto di Baal. In questa rivelazione viene dimostrato come nella Bibbia alcune affermazioni lasciaste ai posteri non possono essere prese alla lettera, poiché frutto di manipolazioni di uomini potenti asserviti allora a Baal.

 

- Inizio 1956, messa in stampa 1964

E FU LUCE    -    (Isaia)   -   (cap.1)

La vita terrena di Zuriel – arcangelo primario della Sapienza – quale il profeta Isaia. Asarja distribuisce le lettere del libro del destino. Al primo colpo emerge il nome ‘Isa-i’”. Asarja si stupisce. “Così si chiamava il padre del re Davide; soltanto, fu scritto Isai. Noi non possiamo lasciare il nome”, ... “Il secondo colpo rimane vuoto. Asarja cede il passo ad un serio sguardo del fanciullo. Ora deve essere lanciato una terza volta. Dalle lettere emerge il nome sillabato ‘J-Esa-ja’ (Io dico sì, secondo la Luce è un simbolo delle sette Caratteristiche di Dio)”.

 

- Inizio 1959, messa in stampa 1965

DA LONTANO, ...DALLA TERRA  -  (Simeone)  

Il tempo prima che il Signore assumesse qui sulla Terra la figura del Redentore fu ricco di preparazione celestiale. L'arcangelo della Misericordia - Gabriel - nella figura di Simeone mise l’ultima mano comparendo a Gerusalemme. Dei romani come Cornelio e Cirenio, a noi noti dall'opera comunicata a J. Lorber “Il Vangelo di Giacomo", sono altrettanto rappresentati in maniera corporea come Zaccaria, il padre “muto” di Giovanni Battista. La ’Stella’ annunciata dalle scritture è individuata dalla Terra e su quella Stella delle scene di vita dimostrano quanto è interconnessa la vita di tutti gli abitanti nella Creazione.

 

- Inizio 1962, messa in stampa 1968

LA FUNZIONE DEL GIUDICE  -   (Debora)    -   (cap.1)

Durante i circa quattrocento anni tra Giosuè e il re Davide, operavano in Israele i giudici, i quali non ebbero la capacità di portare la quiete al popolo cananeo. Il tempo di allora del “Patriarcato” non consentiva che una donna prendesse le redini, e tuttavia la Bibbia lo ha annunciato. È spiegabile che l’atteggiamento di allora della donna-giudice non lasciasse poco più che un capitolo. Debora – una donna dotata di grande talento – inviata da Dio – ebbe il difficile compito di liberare il popolo diventato povero dalla schiavitù di Jabin.

 

- Inizio 1963, messa in stampa 1969

PHALA EL PHALA   -   (Giosuè)   -    (cap.1)

«“Iddio ha messo fuori da Sé un Atto meraviglioso...”»

Che un figlio della Luce, incaricato di un grande compito, non possa cominciare a operare facilmente qui nel tenebroso mondo della caduta, soprattutto in un tempo difficile, lo dimostra la preparazione del terzo arcangelo-guardiano Perutam per la sua missione terrena, quale Giosuè.

 

- 1966

SANCTO  SANCTORUM   -   (Giobbe)  

Chi non conosce il cammino di Giobbe e le Sue sofferenze? Perché Dio dovette ‘colpire' un uomo così paziente? Questa piccola Opera mostra il cammino terreno dell'arcangelo primario Alaniel, il portatore della Pazienza. Il libro di Giobbe biblico fu rimaneggiato e presenta molte incongruenze, e solo un attento confronto con quest'opera potrà essere compreso nella sua vera Luce, ora restituito puro nella sua essenzialità storica per presentare  il rapporto tra gli uomini-figli e l'Iddio-Creatore

 

- Inizio 1968/69

BABILONIA, TU GRANDE   -  (Daniele)   -  (cap.1)

Daniele, il profeta re. Egli diventa principe in Babilonia e rimane lo stesso il messaggero della Luce di Dio. Abbondanti sono i riferimenti in questa rivelazione quale rapporto sulla cattività di Giuda con rispondenze celesti. La “grande Babilonia” anche oggi tiene i popoli ancora in cattività. Ma soprattutto, allora e oggi, splende l’eterna Bontà, la Grazia e la Misericordia dell’Iddio primordiale.

 

- Inizio 1969, messa in stampa 1978

LE SETTE CARATTERISTICHE DI DIO  nella Luce del Vangelo di Giovanni  -  (cap.1)

Attraverso tutte le Rivelazioni si stende come uno splendente filo rosso la parola “AMORE”. Esso è la prima Caratteristica di Dio’. Tuttavia è da scorgere che il termine è tale, quale privilegio, più per interpretazione che per rivelazione. L’interpretazione lotta per questo: quale Caratteristica di Dio è la prima? ... Iddio, tuttavia, non si smembra in piccoli pezzi, né in più persone, poiché anche del “Figlio dell’Uomo” si dice: “In Lui dimora l’intera pienezza della Divinità nella sua Persona!” (Ordine – Volontà – Sapienza – Serietà – Pazienza – Amore – Misericordia, spiegate tre volte)

 

- Inizio 1970/71 messa in stampa 1972

LA CHIAMATA DALL'UNIVERSO - (nel Regno dello spirito)

Il trattato comincia all’incirca con il tempo attuale sulla Terra, nel quale è stata data “La Chiamata dall’Universo”. Negli anelli spirituali della Stella della speranza, un Sole della Creazione, alcuni elevati figli di Dio vivono ‘l’esteriore’ mondo loro assegnato, ed essi co-reggono il Governo dei Cieli, insieme al Padre. La loro funzione è riportare a casa gli spiriti dei caduti provenienti da tutta la Creazione, per trarli dalla loro condizione di inferno interiore, e ricondurli al Padre.

 

- 1971

DIECI PICCOLI MATTONI   -  (10 piccole opere più un Appendice)

Dal “Diritto di primogenitura” rubato da Giacobbe a Esaù, sorta nel maggio 1950, al “Padre Nostro”. Dal concetto su “La redenzione”, a quello sulla Remissione del peccato”. Dalla “Visibilità ed Invisibilità di Dio”,  fino all’appendice del 1963 “L’uomo costruisce l’uomo distrugge” nel quale la mancanza di Adamo nel paradiso terrestre si riversa su tutta la progenie. Ma anche sull’essenza di Dio nelle scritture in “Fratello Giovanni”, su Martha e Maria” sorelle di Lazzaro, oppure su “Maria Maddalena” non lapidata, e sulla supposta incredulità del “Tommaso credente”, nonché sulla “La santa moneta della vita” delle tre affidate a ciascuno di noi che serviranno per aprire la ‘Porta’ nell’aldilà. Questo piccolo (piccolo?) scritto contiene dieci considerazioni più un’appendice, tutti degni di profonde riflessioni su domande che parecchi si saranno già poste.

 

- 1973

L'ETERNA  LUCE   -   (cap.1)

(Citazione): “La tecnica aumenta, l’umanità sprofonda, perfino molto rapidamente. Chi fermerà la scivolata?”Qui, nell’ eterna Luce, come lo rivela il titolo, deve essere illuminato il tempo attuale, in cui ci sono di certo tutta una serie di uomini, altolocati, inferiori, poveri e ricchi, di tutte le più differenti classi sociali, orientati appunto sull’eternità di ciò che viene loro offerto. Inoltre è indicato che in mezzo al materialismo troppo spinto, vive il nostro Signore Iddio, ed Egli tiene ancora le Sue mani su tutto ciò che dell’umanità precipita, poiché oggigiorno esiste pur sempre una ‘Rivelazione’, non importa in quale modo ciò avvenga. 

 

- 1975

IL PRIGIONIERO   -   (Giovanni l’evangelista)

Giovanni, il discepolo prediletto di Gesù, non fu chiamato così perché favorito, ma perché approvava incondizionatamente la via di salvezza del Signore. Egli scrisse l’Apocalisse sull’isola di Patmos, sigillata con sette sigilli. Come continuò la sua vita dopo il Golgota, come operò quale prigioniero dei romani sull’isola di Patmos – in un certo senso come protezione esteriore – viene raccontato in quest’Opera.

 

- 1975 / 76

RUTH,  LA MOABITA   -   (cap.1)

“Dove vai tu, voglio andarci anch’io...

Chi non conosce la meravigliosa storia di Ruth e di Noemi? – Ruth, la madre della stirpe di Davide, dal cui ramo germogliò il nostro Salvatore. In questa splendida Rivelazione è portata vicino a noi la storia di vita di una donna pronta al sacrificio, e del retroscena spirituale delle sue azioni per un tempo avvenire.

 

- 1976 / 77

L'UNO    -   (Samuele)   -   (cap. 1)

Samuele, giudice e sacerdote in Israele, la sua vocazione, la sua vita e la sua opera. Il popolo, legato all’esteriore, cerca segni ed orpelli, vuole un re. Samuel unge tanto Saul quanto anche David per re d’Israele: “Questo primo re e coloro che lo seguiranno, portano con sé Israel sull’orlo della fossa. Prima ci sarà molta gloria e onore. Tuttavia, come l’uomo scende nella tomba, così è del mondo tutto il povero splendore”.

 

- 1979

GLI  SCONOSCIUTI   -  (Il tempo dell'inquisizione) (cap. 1)

“…egli vide prima ciò che vuol sommergere tutto il bene dalla maligna fredda anima? Egli fa uno sforzo, non ha il tempo di seguire i pensieri. Sente precisamente la sorveglianza. E ancora, …chi gli dà dunque la capacità della forza, per attenuare la sciagura? Non la potrà arginare, poiché è uno degli sconosciuti i cui nomi non sono considerati...”.

 

- 1981

SE NON DIVENTATE COME PICCOLI FANCIULLI   -  (Tempo di Gesù)

Un bimbo si trova ai piedi di Gesù quando pronunciò quella frase conosciuta che non dimenticherà più, né lui, né i presenti, né coloro a cui fu riferita, raccontata dagli uomini di quel tempo che credettero in Lui pur senza conoscerLo personalmente.

 

- 1982

IL CIELO ANNUNCIA   -   (presentate 25 citazioni su 155)

Qui sono spiegati in forma concisa alcune conosciute citazioni bibliche ed interpretate dall’Alto, tramite le quali, anche per i giorni d’oggi ne viene stabilito un’ulteriore rapporto per tutti noi.

 

- 1983 / 84

UN ANGELO SULLA TERRA   -  (Tobia)   -

Nella Bibbia il “Libro di Tobia” è piuttosto trascurato. Questa è la meravigliosa storia di un “cieco” che diventa vedente. Averlo nuovamente raccontato pieno di vita è il merito di questa piccola Opera.

 

- 1984

IL TRADITORE E GLI ZELOTI   -   ( Giuda) - (anno 30 d.c.)   -   (cap. 1)

In quest’Opera ci rechiamo in Giudea nell’anno 30 dopo il grande censimento di Roma. È il tempo del grande Insegnamento di Gesù.

Nel paese dei Giudei s’incontrano in segreto a distanza regolare gli Zeloti, un raggruppamento di uomini attaccati alla fede e uniti dall’odio contro gli occupanti romani e dalla consapevolezza di essere i prescelti del popolo giudaico attraverso Jehova, allo scopo di liberarsi del giogo romano. Si conquista il discepolo Giuda nella speranza di poter coinvolgere Gesù nel movimento di liberazione.

 

- 1985  (Ultima Opera di Anita)

UN PROFETA  -  (Zaccaria)   -    (cap.1)

Zaccaria, un profeta del Vecchio Testamento piuttosto trascurato. – Le sue visioni, che non sempre sono facilmente comprese, vengono qui chiarite e analogamente suddivise come nei capitoli della Bibbia.

 

----------

 

Nel ciclo delle Opere di Anita Wolf sono sorti i seguenti libri:

 

- 1942 - 1983 in stampa nel 1984

POESIE  -   (da tradurre)

In questo libretto sono stampate poesie di Anita Wolf che restituiscono così vero il rapporto intimo del cuore del figlio con il Padre celeste.

 

- 1952 - 1962, messa in stampa 1983

RACCOLTA DI CONFERENZE  -   (conferenze di A.W.)  (1 conferenza su 18)

(Citazione): “Dov’è il vostro tesoro, qui sarà anche il vostro cuore!”. – “Una Parola importante del Signore da Luca 12,34! Egli non ci dà questa Parola solo perché sia da meditare, …no! Questa ha un tale profondo santo senso celato, come del resto ogni Parola di Dio, cosicché val la pena di iniziare la via in questa spirituale profondità, nella salvifica Profondità.

 

- 1980

Un anno con la PAROLA di DIO   -   (da tradurre)

Un pensiero di Anita per ogni giorno dell’anno, scaturito aprendo la Bibbia a caso, per donarci una guida ogni mattina, per indicarci la via.

 

- Siegfried Ebensperger-Coufal

I Giorni mosaici della Creazione      (conferenze di A.W.)

La Creazione primordiale spirituale, la Caduta, il Ritorno ed il Rimpatrio. - Secondo Anita Wolf: “Eternità Primordiale in Spazio e Tempo”.

Con le tre conferenze tenute da lei in Vienna il 23/24 giugno sono stampate nello stesso tempo 57 rappresentazioni grafiche, che sono sorte negli anni dal 1973 fino al 1978.

 

- Franziska e Franz Hummel

Dalla Sorgente regale

Simboliche immagini in accompagnamento per “Eternità Ur in Spazio e Tempo” ed altre Opere di Anita Wolf.

[inizio]

- - - - - - - - -

[ Prima pagina sito ]