Anita Wolf

 

Rivelazioni di Dio

“…così, la Terra è la scuola dei figli di Dio altamente benedetta, e per gli angeli che qui conseguono la loro figliolanza ottenuta con la Fedeltà, ed aiutano nel libero servizio coloro che un giorno con la caduta persero la loro figliolanza, e di nuovo, devono cercarla e conquistarla, attraverso una via dell'incarnazione, soprattutto sulla Terra”.

  

 

mailbox

Biografia A. Wolf

 

Il Nome Ur

I sette arcangeli

Appendice Karmatha

 

- - - - - - -

 

Indice Opere

 

Ultime revisioni:

- Le 4 Pietre miliari

- Karmatha

- 10 piccoli mattoni

- Il libro di Grazia

- Quando morì Mosè

- La Chiamata dall’universo

- Il patriarca

- Il prigioniero

 

 

 

 

 

Il Governo  in  Cielo

&

La vita sulla Terra

 

1900 – 1989

La mistica Anita Wolf per 37 anni ha ricevuto sotto dettatura di una voce interiore, Rivelazioni riguardanti i patriarchi vissuti sulla Terra all’inizio dell’epoca dell’umanità guidata da Dio: Abramo, Giosuè, Samuele, Elia, Isaia, Zaccaria, Daniele, Tobia, Giobbe, e di una donna giudice, impensabile per quell’epoca: Debora. La loro vita, gli usi e costumi, il linguaggio, l’amore per la Divinità, il rapporto con lo Spirito del Padre, la guida invisibile dai Cieli, l’essenzialità spirituale della loro coscienza prima dell’incarnazione.

Ma anche due personaggi al tempo di Gesù: Simeone nell’infanzia, che guida il Consiglio del tempio di Gerusalemme mentre alla guida dei romani c’era Cirenio, e Giovanni l’apostolo sull’isola di Patmos per scrivere il suo Vangelo e l’Apocalisse, salvato da Cornelio, cugino di Cirenio, quindi ancora con i personaggi dell’epoca, con i romani all’inizio della persecuzione dei cristiani.

Poi, anche altre ‘perle’, come ad esempio scene dall’aldilà con il Governo dei Cieli, sviluppato in luoghi spirituali ma reali per quegli esseri, angeli e demoni, nella sfera spirituale di un sole centrale della Creazione materiale. E l’accurata preparazione spirituale di un angelo prima dell’incarnazione, per svolgere una missione di servizio all’umanità e alla Divinità nella libertà della volontà; un servitore: Jakob Lorber.

Infine, molte altre profonde rivelazioni su temi delle scritture, quali:

- ‘Le quattro Pietre miliari’ in cui viene presentato il concepimento di Gesù in Maria nel Cielo davanti alla Divinità;

- la guida di un angelo attraverso la sofferenza spirituale nell’orto dei Getsemani;

- il significato della ‘discesa agli inferi’ di Gesù durante il Suo calvario mostrato a Giovanni ai piedi della croce;

- il complesso significato del senso del ‘Giudizio’ all’umanità, mostrato attraverso la guida contemporanea di  due angeli.

E ancora e ancora: ’10 piccoli mattoni’, e: ‘il tempo del medioevo’, poi ‘il tempo attuale’ dell’umanità sprofondata nella materia; anche dei ‘pensieri per ogni giorno’, ecc., fino alla spiegazione - parola per parola – dell’Apocalisse “Il libro di Grazia”.

Per ultimo, ma è la prima Opera ricevuta, la colossale “Eternità-Ur in spazio e tempo”, l’origine del Tutto, i sei Giorni della Creazione, la costituzione della Divinità, del Suo Regno, del Governo dei Cieli, della caduta degli angeli, il progetto di recupero attraverso la Creazione materiale dell’universo, la sua vastissima realtà, nonché il confronto con l’eccezionale divario di grandezze se confrontate allo sconfinato mondo dello spirito. E contestualmente, il pronunciamento del Nome di Dio nel suo significato fondamentale primordiale-originario di tutte le realtà esistenti: “Ur”.

- - - - - -

Un immane mole di lavoro certosino comunicate nei tempi duri post guerra, in cui i bisogni rendevano difficile ogni cosa, e la biografia di Anita ne testimonia le difficoltà e la guida soprannaturale, affinché non solo lei riuscisse a scrivere i testi dettati, ma questi restassero comunque conservati fino ai nostri giorni.

Un grazie particolare ai suoi amici di oggi, che sono riusciti nell’immane opera di trascrizione e al primo amico di Anita, il quale l’accolse nella sua casa in Austria, Josef Brunnader.

 

*  *  *  *  *